SEO

Negli ultimi anni abbiamo assistito a un’importante crescita dei contenuti sul web causata principalmente dall’uso dei social network e dalla diffusione dei blog personali e aziendali. Questo ha portato anche a una evoluzione dei motori di ricerca per migliorare il difficile compito di analizzare e comprendere la qualità dei contenuti scritti.

Negli ultimi due anni Google ha rilasciato già due release dei suoi algoritmi di indicizzazione ed è notizia recente che ha intenzione di pubblicare una nuova versione di Penguin che pare andrà a ridisegnare profondamente la SERP.

Anche gli utenti, secondo alcune ricerche, stanno diventando sempre più specifici nella ricerca di contenuti: più del 70% delle query ha più di 3 parole, mentre ben il 20% delle query totali degli ultimi due anni è totalmente nuova.

Il primo passo è scrivere contenuti di qualità, che diano informazioni utili, originali, chiare e comprensibili ai nostri utenti e che siano capaci di risolvere qualche loro problema e stimolino la loro curiosità.

Focalizzarsi su un insieme di parole chiave piuttosto che puntare il massimo solo su alcune, aumenterà la probabilità di essere in varie SERP e quindi più possibilità di incanalare traffico verso il nostro sito.

Non possiamo dimenticarci di un punto ormai fondamentale: i Social Network, pubblicare i contenuti migliori, creare un po’ di rumore intorno a noi e partecipare alle conversazioni con gli utenti, garantisce l’aumento della link popularity grazie anche agli ormai ben noti Social Signals (il “Mi Piace” di FB o “+1″ di GooglePlus, per intenderci.

Noi che ci occupiamo di Web Marketing non possiamo rimanere fermi, ma muoverci per ripensare e adattare le nostre strategie di comunicazione sul web, migliorando la reputazione dei nostri clienti.